Sport

Palermo, ultimi ritocchi alle proposte: poi la “difficile” decisione di Orlando

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Orlando

Non è cambiato molto nelle ultime ore. I gruppi “noti” sono gli stessi, le possibili sorprese sono dietro l’angolo. Lo “stillicidio” dei tifosi durerà ancora qualche ora e poi si saprà a chi verrà affidato il compito di ricostruire il Palermo.

Entro le 20.00 di martedì deve arrivare la Pec, probabilmente il Comune di Palermo nella stessa serata annuncerà soltanto il numero delle offerte pervenute e da mercoledì mattina comincerà l’esame analitico delle proposte. La “velocità” dell’annuncio è legata al numero delle proposte, difficilmente Orlando – dopo un confronto con il magistrato Leonardo Guarnotta – potrà decidere prima di mercoledì sera.

E non sarà una decisione semplice, non sarà una questione matematica come magari avviene nei concorsi pubblici. Dando per scontato che tutte le proposte avranno i requisiti minimi previsti dal bando, quale sarà la “voce” che più orienterà la scelta di Orlando? Il sindaco si è assunto l’onere e l’onore di decidere in proprio (previo consulto con Guarnotta) e sarà difficile orientarsi nei meandri delle proposte per valutare quale voce avrà più peso delle altre. Conteranno i soldi? La filosofia del progetto? Gli aspetti occupazionali?

Anche i tifosi fanno fatica a… scegliere. Sui social i commenti sono tra i più variegati, l’unico punto comune è lo stress dell’attesa e la necessità, dopo la decisione, di correre verso il traguardo visto che l’iscrizione scade il 29 luglio e poi bisogna letteralmente costruire tutto da zero.

PALERMO, FERRERO PUNTA SUI “DIPENDENTI”. MIRRI CON DI PIAZZA?

Poche novità, dicevamo: sembrano scemare le possibilità legate a un gruppo di Singapore e anche la proposta cinese di CCCC sembra che non arriverà sul tavolo del sindaco: troppi problemi di matura logistica e politica da risolvere e poco tempo a disposizione.

Il gruppo Mirri ha già tutto pronto ma investirà le prossime ore alla ricerca di ulteriori “colpi” per rendere ancora più autorevole la propria proposta: l’accordo con l’italo americano Di Piazza sembra poter reggere e già ci sarebbe un bel gruzzolo versato sul conto corrente della nuova società che acquisirebbe il Palermo.

Ferrero, dal canto suo, non si ferma un attimo. “Vado al Massimo”, dice citando Vasco Rossi a chi gli domanda qualcosa sulla sua partecipazione. Con l’imminente cessione della Sampdoria non vuole restare fuori dal calcio e ritiene Palermo la piazza ideale per ripartire con una nuova avventura: la tutela dei dipendenti, una prospettiva importante per il calcio femminile e uomini di esperienza nel mondo del calcio sono le sue “carte” a supporto di alcuni milioni di euro da investire sulla squadra.

Si sa poco di un gruppo legato a un fondo arabo: questa circostanza potrebbe essere garanzia di serietà e riservatezza. Intanto però non si conoscono i particolari legati alle persone del gruppo e ai soldi che si pensa di investire.

LEGGI ANCHE:

ZAMPARINI: “QUALCUNO HA FATTO SPARIRE IL PALERMO, NON IO”

L’articolo Palermo, ultimi ritocchi alle proposte: poi la “difficile” decisione di Orlando proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker