Hi-Tech

Microsoft brevetta un sensore per l'analisi avanzata del flusso sanguigno

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Microsoft ha brevettato un sensore per dispositivi indossabili in grado di analizzare in modo particolarmente dettagliato il flusso sanguigno. Il colosso di Redmond parte dall'assunzione che i sensori ottici che si trovano attualmente negli indossabili come fitness tracker e smartwatch sono prima di tutto approssimativi, e poi limitati per il numero di parametri che sono in grado di rilevare: la soluzione di Microsoft, per contro, potrebbe misurare frequenza cardiaca arteriosa, forma d'onda della pulsazione, rigidità arteriosa, ossigenazione del sangue arterioso, ossigenazione dei tessuti e molto altro ancora.

Il sensore immaginato da Microsoft è sempre ottico: si tratta sostanzialmente di una fotocamera che, grazie a un particolare flash a LED, è in grado di scattare foto dei vasi sanguigni sotto la pelle dell'utente. Tuttavia, qui è previsto anche un processore in grado di elaborare le immagini raccolte, e di conseguenza estrapolare molte più informazioni – e più precise.

Negli anni in cui Steve Ballmer provò a conquistare il mercato del mobile, Microsoft si cimentò anche nel settore degli indossabili, con i fitness tracker Band e Band 2. Il successo non fu quello sperato e la divisione fece la stessa fine di quella degli smartphone e del relativo sistema operativo Windows 10 Mobile. Nel mondo della tecnologia e dell'elettronica di consumo, tuttavia, niente è mai definitivo, e gli equilibri cambiano molto in fretta. Chissà, Microsoft potrebbe star pianificando un proprio ritorno – o magari sta solo incrementando il suo portfolio brevetti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker