Hi-Tech

Bosch e Veniam: uno standard per la comunicazione tra auto e infrastrutture

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Bosch e Veniam uniscono le forze verso l'adozione di uno standard comune per la comunicazione tra veicoli e veicoli (V2V) e veicoli e altro (V2X). Così come gli esseri umani, anche i mezzi di trasporto possono trarre beneficio da un "linguaggio" comune. Al momento, nonostante gli sforzi di aziende e istituzioni, non esiste però una base tecnica standardizzata a livello globale per questo scambio di dati. Mentre la Cina utilizza principalmente la tecnologia Cellular-V2X (C-V2X), che si basa sulle comunicazioni mobili, Europa e Stati Uniti hanno in programma di introdurre ulteriormente gli standard di trasmissione basati su Wi-Fi (DSRC e ITS-G5) a fianco del C-V2X.

La guida autonoma, invece, per poter funzionare correttamente esige la presenza di standard condivisi. In assenza di tali standard, è necessario un approccio multi-standard, cui è possibile "tradurre" le informazioni inviate dai diversi sistemi di comunicazione implementati nelle auto connesse. Questo è l'approccio di Bosch, che ha creato un'unità di controllo per la comunicazione di dati V2X, servendosi di una soluzione software sviluppata dalla startup della Silicon Valley Veniam.

Il software è in grado di mantenere la connettività continua e senza interruzioni tra veicolo e veicolo (indipendentemente dal marchio) e tra veicolo e infrastruttura, assicurando che le auto possano, per esempio, allertarsi reciprocamente in caso di incidenti o altri pericoli. Allo stesso modo, ne beneficerà anche la connettività di bordo, esente da quei "buchi" di rete oggi assai frequenti che ci impediscono, per esempio, di ascoltare musica in streaming di alta qualità in ogni condizione. E ancora: i veicoli saranno in grado di sfruttare l'onda verde dei semafori, risultando in un traffico più scorrevole.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Tigershopit a 894 euro oppure da ePrice a 1,055 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker