Sport

La cessione del Palermo, perchè Zamparini dovrebbe bluffare? /DIBATTITO

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

27 Gennaio-2017  Maurizio Zamparini

Il titolo è chiaro e a scanso di equivoci vorrei chiarire subito che si tratta di un pezzo che non vuole orientare e che non vuole imporre una linea editoriale. Vorrei solo comprendere quello che è un pensiero diffuso, aprire magari un dibattito che possa fare chiarezza in una comunità rosanero sempre più diffusa che ieri ci ha costretto a un superlavoro per moderare centinaia di commenti sul sito e sui nostri strumenti social.

Intanto una rapida sintesi dei fatti: il Palermo è stato interamente venduto, così ha comunicato ufficialmente il presidente Zamparini nella mattinata di sabato dopo aver già preannunciato la sua uscita nei giorni precedenti; ha diffuso una lettera di addio, un po’ dolce e un po’ amara; la società acquirente non è ancora nota e presumibilmente lo sarà tra poche ore. Era l’annuncio che una fetta di tifosi aspettava come una liberazione dai territori occupati, qualcuno si è rammaricato perchè ritiene che Zamparini abbia fatto bene e non meritava una simile uscita di scena.

Ma il sentimento prevalente, a giudicare dalla maggioranza dei vostri commenti, è quello dello scetticismo: a) è tutta una sceneggiata; b) ha venduto a se stesso; c) la vendita non è reale; d) sta continuando a prenderci in giro. Sapete bene, perchè lo scriviamo da un po’, che questo giornale, insieme a pochi altri, ha creduto nelle scorse settimane alla possibilità che Zamparini stesse davvero vendendo. Sembra che sia davvero così. Ma gli scettici, al di là dei giudizi e soprattutto dei pregiudizi sulla persona, hanno anche qualche supporto su cui basare la loro teoria. Zamparini già da circa tre anni ha messo in piedi trattative vere e presunte, serie e meno serie, che sono naufragate sul nascere o sul filo di lana (o anche oltre, come quella con Baccaglini).

Nel rispetto del pensiero altrui, che questo giornale ha sempre difeso, mi pongo però la domanda: perchè Zamparini dovrebbe bluffare? Perchè dovrebbe architettare una messa in scena per poi smentire se stesso fra qualche giorno? Quale sarebbe la logica? Ecco, fermo restando che i dettagli dell’operazione sono ancora tutti da chiarire, per l’eventuale bluff di Zamparini mancherebbe il “movente”. Il Palermo è suo, non ha il dovere di venderlo, non ha nessuno (a livello di proprietà) a cui rendere conto, non sembrano esserci vantaggi da una “strategia della commedia”.

Tempo fa si disse: parla di cessione per ottenere una tregua dai tifosi; o per far credere ai creditori che si sta sistemando tutto; in tempi più recenti si disse che certe “recite” servivano per allentare la “pressione” giudiziaria. I fatti dicono che la magistratura segue la sua strada con i suoi tempi; che i tifosi che ce l’avevano con lui continuano ad avercela con lui. E allora, quale sarebbe il movente? Scrivete la vostra, possibilmente cerchiamo di tenere alto il livello del dibattito, senza troppe considerazioni che vengono dalla “pancia”.

LEGGI ANCHE:

UFFICIALE – PALERMO CEDUTO A UNA SOCIETÀ LONDINESE

ZAMPARINI VENDE LA SOCIETÀ: LA REAZIONE DEI TIFOSI / FOTO

ZAMPARINI STORY: QUEL RISSOSO, IRASCIBILE, CARISSIMO PRESIDENTE…

ATTACCO HACKER AL SISTEMA INFORMATICO DEL PALERMO / IL COMUNICATO

L’articolo La cessione del Palermo, perchè Zamparini dovrebbe bluffare? /DIBATTITO proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker