Hi-Tech

Con Project Treble potremmo testare Android Q prima del rilascio AOSP?

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Nel corso dell'ultimo Android Dev Summit Hung-ying Tyan, membro del team Google per Project Treble, ha parlato dell'importanza delle GSI in Treble e di come si stia lavorando per rendere le immagini generiche di sistema più utili e aperte ad un pubblico maggiormente vasto.

A partire da Android Oreo 8.0, come ben sappiamo, Google ha introdotto il supporto a Project Treble, ovvero un importante stravolgimento architetturale di Android che ha consentito di separare i driver a basso livello, che devono essere aggiornati dal singolo produttore, dalla restante parte del sistema operativo. L'obiettivo era ovviamente quello di combattere la frammentazione e rendere più semplice ai produttori l'aggiornamento alle nuove versioni di Android.

Una delle parti fondamentali di Project Treble è rappresentata proprio dall'immagine generica del sistema, meglio conosciuta come GSI (Generic System Image). Una GSI non è altro che una build pura e non modificata di Android e dell'Android Open Source Project (AOSP). Ciò significa che all'interno della build non è presente la minima traccia di personalizzazioni effettuate da produttori, neanche quelle implementate da Google per i suoi Pixel.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 749 euro oppure da ePrice a 849 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker