Hi-Tech

USA: accusato di omicidio grazie ai dati del Fitbit

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Incastrato dai dati del Fitbit in uso alla vittima: è quanto è successo ad Anthony Aiello, un novantenne americano accusato di aver ucciso la figliastra Karen Navarra, trovata morta lo scorso 13 settembre nella propria casa di San Jose in California, al centro della Silicon Valley.

A raccontare la storia che vede intrecciate cronaca nera e tecnologia è il New York Times: la vicenda risale al pomeriggio dell'8 settembre, quando il signor Aiello si era recato a casa della figliastra sessantasettenne per quella che doveva essere una breve visita. Da quel momento, nessuno l'ha più vista né sentita: cinque giorni dopo un collega della farmacia in cui lavorava ne ha scoperto il corpo senza vita, con evidenti ferite al collo e alla testa.

La donna indossava un Fitbit collegato al computer di casa, che alle ore 15.20 ha registrato un picco nella frequenza cardiaca, poi velocemente abbassatasi fino ad arrivare a zero: alle ore 15.28 il cuore della signora Navarra aveva smesso di battere.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker