Hi-Tech

Sensori di impronte sotto al display: 100 milioni di unità spedite nel 2019

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il sensore di impronte digitali posto sotto al display diventerà sempre più popolare nel 2019. Secondo gli ultimi numeri di Sigmaintell, riportati da Digitimes, le spedizioni di questo tipo di sensori raggiungeranno i 42 milioni entro la fine del 2018, per poi raggiungere le 100 milioni di unità nel corso del 2019.
La tecnologia di scansione dell'impronta, al momento, viene proposta o attraverso uno scanner ottico o sfruttando uno scanner a ultrasuoni. Vivo, ad esempio, utilizza sensori del primo tipo, mentre il secondo approccio risulta essere più costoso e per questo sarà la soluzione meno diffusa.
Sigmaintell nel suo rapporto sostiene che il sensore ad ultrasuoni verrà scelto maggiormente dai venditori di smartphone con sede in Corea, un riferimento non esplicito che però indica Samsung e LG in prima fila su questa tecnologia. D'altronde i recenti rumor avevano già sostenuto l'ipotesi che il prossimo Galaxy S10 adottasse questo genere di sensore.
Digitimes sottolinea che per far funzionare il sensore, lo smartphone deve essere dotati di un pannello OLED. Samsung è già l'attuale leader della produzione di OLED, tuttavia i produttori cinesi come Tianma e Visionox potrebbero trovare spazio di manovra grazie all'aumento della domanda da parte degli OEM cinesi che puntano a portare questa tecnologia sul mercato in fasce di prezzo contenute.

L’iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Clicksmart a 579 euro oppure da Amazon a 625 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker