Hi-Tech

iOS 12 impedisce a criminali e polizia di accedere ai dati personali

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple ha confermato che l'USB Restricted Mode, introdotto nella prima beta di iOS 12 – dopo la prima apparizione nella beta di iOS 11.3 ed essere stato potenziato con le beta di iOS 11.4 – continuerà ad essere parte integrante della piattaforma software, con l'obiettivo di impedire accessi indesiderati ai dati personali. Il fine ultimo è tutelare i dati dell'utente nei confronti di tentativi di accesso non autorizzati, sia che provengano da malintenzionati, sia che vengano posti in essere dalla forze dell'ordine.

L'USB Restricted Mode, così come integrato nelle beta di iOS 11.4 e 12, impedisce l'accesso ai dati tramite porta Lightning, se il terminale non è stato sbloccato nell'ultima ora. Ciò rende molto più difficoltoso l'impiego di strumenti per hackerare il dispositivo, come il GrayKey di Grayshift o quelli che, si ritiene, siano stati forniti da Cellebrite all'FBI per accedere ai dati memorizzati nell'iPhone 5c del killer della strage di San Bernardino. La casa di Cupertino ha commentato:

In Apple, poniamo il cliente al centro di ogni cosa che progettiamo. Rafforziamo costantemente le protezioni di sicurezza in ogni prodotto Apple per aiutare la clientela a difendersi dagli hacker, dai ladri di identità e dalle intrusioni nei loro dati personali. Abbiamo il massimo rispetto per le forze dell'ordine e non progettiamo i nostri miglioramenti alla sicurezza per vanificare i loro sforzi di fare il proprio lavoro.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker