Hi-Tech

Apple abbandonerà i processori Intel sui Mac a partire dal 2020 | Rumor

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple potrebbe sviluppare internamente i processori che verranno equipaggiati sulle prossime generazioni di MacBook e Mac a partire dal 2020, stando ad un nuovo report pubblicato da Mark Gurman e Ian King su Bloomberg. La notizia ha provocato un crollo del 9,2% delle azioni di Intel, il più grande calo giornaliero da due anni a questa parte. Il chipmaker statunitense è particolarmente coinvolto da questi rumor, dal momento che Apple rappresenta il 5% dei suoi ricavi annuali, quindi la dipartita della casa della Mela dal portafoglio clienti potrebbe essere un duro colpo per Intel.

Bloomberg cita fonti volutamente anonime e ben informate sui fatti, le quali riportano l'esistenza di un progetto chiamato Kalamata, con cui Apple sta procedendo all'integrazione di tutti i suoi dispositivi, quindi iPhone, iPad e Mac, al fine di uniformare e proporre un'esperienza d'uso senza soluzione di continuità tra tutte le piattaforme. Secondo le fonti, i vertici Apple hanno già approvato il progetto e la transizione avverrà in più fasi graduali.

Tutto ciò riporta alla mente l'ultimo salto epocale svolto da Apple, quando nel 2005 annunciò ufficialmente di aver sviluppato per anni una versione parallela di MacOS X compatibile con i processori Intel, sancendo quindi l'abbandono delle architetture PowerPC sviluppate da IBM e Motorola. Al tempo, la transizione richiese 10 mesi per convertire tutta la lineup di Mac ed equipaggiarla con processori Intel, mentre questa volta il processo potrebbe essere più lungo.


Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Media World a 139 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker