Hi-Tech

Basta straordinari, Corea del Sud spegne il PC dei dipendenti pubblici

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Se non stacchi, ti blocco l'account. Qualcuno, qui, me lo ripete spesso, ma altrove il suggerimento sta diventando legge. Cambia nettamente il contesto: in Corea del Sud l'amministrazione di Seul sta per avviare una nuova iniziativa con la quale punta a combattere quella che viene definita cultura del lavoro straordinario. Nella Nazione i dipendenti governativi lavorano, infatti, in media, 2.739 ore all'anno, quasi il triplo rispetto alla media di 1.000 ore dei lavoratori di altri Paesi sviluppati.

Per contrastare il fenomeno, l'amministrazione della capitale passerà alle maniere forti: tutti i computer dei dipendenti verranno spenti ad un orario prestabilito. Il programma sarà articolato in tre fasi: a partire dal 30 marzo l'orario di spegnimento automatico sarà fissato per le 20:00, la seconda fase inzierà ad aprile e anticiperà alle 19:30 l'orario di interruzione dell'attività lavorativa, ed infine, a partire da maggio i computer verranno spenti alle 19:00.

Tutti gli impiegati dell'SMG (Seuol Metropolitan Government) saranno soggetti al provvedimento, anche se potranno essere concesse esenzioni in presenza di circostanze speciali. Dipendenti felici per lavorare meno (meglio dire il giusto)? Non proprio. Secondo quanto riportato dall'SMG, il 67,1 per cento dei dipendenti ha già chiesto di essere esentato dal provvedimento. Le nuove regole devono essere inquadrate nella più ampia azione legislativa volta a limitare l'orario di lavoro settimanale. All'inizio del mese la Corea del Sud ha votato una legge che riduce le ore lavorative settimanali massime da 68 a 52.


Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Reset digitale a 350 euro oppure da ePrice a 447 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker