Hi-Tech

Tariffazione mensile: l'Antitrust blocca gli aumenti dell'8,6%. Sospetta cartello

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'Antitrust italiano ha ordinato agli operatori TIM, Vodafone, Fastweb e Wind Tre di sospendere il passaggio alla fatturazione mensile da quella 28 giorni. Il sospetto è che si siano accordate, attraverso la loro associazione di categoria, sulla variazione dell'importo delle fatture: tutte quante hanno proposto un aumento di esattamente l'8,6 per cento. Questo comportamento, definito cartello, è illegale.

La cifra non è casuale, naturalmente. È l'ammontare esatto che serve a mantenere la stessa tariffa annuale, calcolando che viene erogata una fattura in meno all'anno. Ora, potremmo osservare che quando si è passati dalla mensilità ai 28 giorni nessun canone è diminuito dell'8,6 per cento, ma volendo fare gli avvocati del diavolo è possibile considerare l'aumento di ora come una conseguenza piuttosto logica. Fortunatamente, però, l'AGCOM la pensa diversamente (grassetto aggiunto):

L’Autorità ha ritenuto che la documentazione acquisita durante le ispezioni confermi prima facie l’ipotesi istruttoria secondo cui le parti avrebbero comunicato, quasi contestualmente, ai propri clienti che la fatturazione delle offerte e dei servizi sarebbe stata effettuata su base mensile anziché su quattro settimane, prevedendo, al contempo, una variazione in aumento del canone mensile per distribuire la spesa annuale complessiva su 12 mesi, invece che 13. Pertanto, al fine di evitare il prodursi, nelle more della conclusione del procedimento, di un danno grave e irreparabile per la concorrenza e, in ultima istanza, per i consumatori, l’Autorità ha adottato misure cautelari urgenti intimando agli operatori di sospendere l’attuazione dell’intesa oggetto di indagine e di definire la propria offerta di servizi in modo autonomo rispetto ai propri concorrenti.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X è in offerta oggi su a 875 euro oppure da Amazon a 963 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker