Hi-Tech

Nissan LEAF: le batterie esauste usate per illuminare una città

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Essere tra i leader mondiali dell'elettrico impone delle responsabilità ai costruttori, che devono essere in grado, per esempio, di spiegare dove andranno a finire le batterie delle proprie vetture una volta terminato il loro ciclo di vita (di norma si parla di circa 10 anni). In molti, ultimamente, parlano di Smart Grid, ma la loro implementazione è lungi dall'essere "pronta all'uso", perché richiede una rete elettrica in grado di adattarsi in modo intelligente alle richieste energetiche.

Ci sono altri modi per recuperare i vecchi pacchi batterie. Questi possono essere infatti riutilizzati come accumulatori di energia sottoposti ad uno stress inferiore rispetto alle continue cariche-scariche richieste dai veicoli. Il massimo dell'efficacia dei vecchi pacchi batteria sta nella loro integrazione con fonti di energia rinnovabili. Ed è proprio così che Nissan, in collaborazione con il partner 4R Energy Corporation, si appresta a lanciare nella cittadina di Namie, in Giappone, nuovi lampioni alimentati da pannelli solari. Qui, l'energia proveniente dai pannelli viene stoccata nei pacchi batterie delle "vecchie" Nissan LEAF per un'illuminazione pulita ed efficiente.


Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8, compralo al miglior prezzo da Amazon a 679 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker