Hi-Tech

Scandalo Cambridge Analytica: Facebook nel mirino dell'AGCOM

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Gli effetti dello scandalo Cambridge Analytica non accennano ad attenuarsi e raggiungono anche l'Italia. L'AGCOM si unisce alle istituzioni statunitensi e inglesi che si sono già mosse per effettuare indagini volte a comprendere gli esatti contorni del caso. La società è sospettata di aver ottenuto impropriamente i dati di 50 milioni di utenti Facebook, nell'ambito di una vicenda che coinvolge gli stessi gestori del social network per non aver vigilato adeguatamente sul trasferimento di tali dati.

Come emerso in precedenza – ma per un'ottima sintesi si rimanda al nostro precedente articolo – l'ipotesi è che i dati siano stati impiegati per profilare gli utenti e scegliere in maniera più mirata i destinatari della propaganda elettorale di Trump e di quella a favore della Brexit. Il dubbio avanzato dall'AGCOM è che tecniche analoghe siano state utilizzate anche per condizionare gli esiti delle elezioni politiche italiane Pertanto, il Garante ha formalizzato nelle scorse ore una richiesta di informazioni a Facebook.

Scopo della richiesta è stabilire in che modo vengono impiegati data analytics per finalità di comunicazione politica da parte di soggetti terzi. L'attività di raccolta di dati degli utenti avviene tramite app – nel caso della vicenda Cambridge Analytica si tratta di thisisyourdigitallife – ed a tal proposito l'AGCOM sottolinea:


Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2, compralo al miglior prezzo da Amazon a 443 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker