Hi-Tech

Il Giappone costruisce un supercomputer per la ricerca sulla fusione nucleare

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Entro quest'anno il Giappone metterà in funzione un nuovo supercomputer Cray XC50 che sarà il più potente al mondo per quanto riguarda la ricerca avanzata sulla fusione nucleare. Il supercomputer sarà installato presso il QST (National Institutes for Quantum and Radiological Science), e oltre allo studio sulla fusione nucleare supporterà anche l'ITER, l'ambizioso progetto internazionale sulla fusione che partirà nel 2035.

Il supercomputer giapponese del QST non sarà il più potente al mondo, ma si piazzerà comunque nel top 30, risultando appunto il più potente della sua categoria. Più di 1000 ricercatori giapponesi ed europei avranno accesso al sistema, che, ottimizzato per i calcoli della fisica del plasma e dell'energia da fusione, permetterà di accelerare notevolmente i tempi della ricerca.

Molto interessante è poi l'integrazione con ITER, un progetto importantissimo che dovrebbe aprire la strada ai cosiddetti reattori nucleari "commerciali". Il 2035 è ancora lontano, ma a quanto pare i primi test potrebbero iniziare già nel 2025, costituendo una svolta per quanto riguarda la produzione di energia sul pianeta.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Tiger Shop a 739 euro oppure da Amazon a 819 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker