Hi-Tech

Dati all'estero più che quadruplicati in Europa: evviva il Roaming Zero

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Roaming Zero in Europa ha immediatamente dato i suoi frutti: nel terzo trimestre del 2017, il volume di traffico dati all'estero nei paesi aderenti è aumentato di ben il 435 per cento rispetto al terzo trimestre del 2016. In media, ogni abbonato ha consumato 242 MB al mese. Sempre nello stesso periodo, c'è stato un incremento anche del traffico voce e SMS, ma non altrettanto significativo. La media di chiamate è salita da 8,8 a 14,23 minuti al mese, sempre per abbonato.

I dati sono stati presentati dal BEREC, ovvero l'organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche (praticamente è l'AGCOM su scala europea; più precisamente, l'insieme dei regolatori di ogni singolo stato costituisce il BEREC). È la prima volta che abbiamo informazioni ufficiali sugli effetti del roaming zero (o RLAH, Roam Like At Home, nome ufficiale del progetto).

Lo studio ha anche notato come, per gli operatori, i costi sostenuti per garantire la copertura degli utenti all'estero (tecnicamente: le tariffe wholesale) sono rimasti di molto inferiori rispetto ai tetti massimi decisi dalla legge, sia per i dati sia per chiamate e SMS – talmente inferiori da risultare, in alcuni casi, anche più bassi dei tetti minimi stimati. In conclusione, "un chiaro successo per l'utente finale", ha commentato Johannes Gungl, presidente del BEREC.


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Tiger Shop a 739 euro oppure da Amazon a 819 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker