Hi-Tech

Recensione Sony Xperia XA2

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Credo che il mercato smartphone sia in stallo perché i produttori hanno puntato troppo sugli aggiornamenti hardware. Come se la risoluzione di uno schermo possa cambiare il modo di interagire, come se il vetro sul retro risolva un cattivo design, come se i processori a dodici core e le quattro fotocamere servano realmente a qualcosa. Negli ultimi anni le aziende hanno pensato a confondere più che a innovare – e adesso di clienti pronti a spendere tanto, per il puro piacere di avere soluzioni esclusive tra le mani, ne sono rimasti pochi.

Da anni, un Galaxy Note non è altro che uno smartphone col pennino. Da anni, un iPhone non va oltre il suo compitino. La categoria è diventata banale quando i componenti sono diventati superflui: nessuna funzione nuova, nessun problema risolto, nessuna possibilità di usare i telefoni in posti inconsueti, in situazioni nuove. Ci viene chiesto di pagare tanto per cose che non ci servono: ottocento euro per avere faccine animate; milleduecento euro per non appoggiare il dito sul retro. E ci viene chiesta una fiducia mai rispettata perché la presentazione di un nuovo modello serve soprattutto a dimostrare l'inadeguatezza (apparente) del precedente – o del rivale.

A metà 2018 pretendiamo risultati dal software, da un'app gratuita o dalla creatività di chi la usa. Ci stupiamo del risultato di una combinazione di strumenti o prodotti, e ci arrabbiamo quando la realtà si dimostra più complicata del previsto. Ma è una dimostrazione di sconforto che finisce nei social network, in una serie di commenti acidi, in un reso – se va bene: situazioni negative che le aziende sanno gestire.

(aggiornamento del 12 March 2018, ore 03:40)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker