Cronaca

Record negativo di affluenza nella Sicilia del caos elettorale, solo 63,3%

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CRONACA

La Sicilia del caos elettorale (a Palermo sono stati costretti a ristampare nella notte 200mila schede a causa di una errata perimetrazione dei seggi tra i due collegi del capoluogo) si conferma come la regione con la più bassa affluenza al voto in tutta Italia.

Secondo una stima non ancora definitiva (320 comuni su 390) nell’isola ha votato il 63,36% degli aventi diritto, dieci punti in meno della media nazionale e circa due punti in meno rispetto alle precedenti Politiche. Difficile dire se la bassa affluenza sia stata determinata anche dai ritardi nell’apertura di alcuni seggi a Palermo dovuti alla distribuzione delle nuove schede anche perchè Palermo vanta una affluenza leggermente inferiore alla media regionale pari al 62,57%.

In assenza di exit poll o proiezioni regionali e nell’attesa dei primi risultati dello scrutinio in Sicilia sembra tuttavia polarizzarsi lo scontro tra il centrodestra e il M5s Stelle, come avvenuto il 5 novembre scorso in occasione delle elezioni regionali. In quell’occasione lo storico esponente della destra Nello Musumeci riuscì a prevalere con quasi il 40% di consensi sul grillino Giancarlo Cancelleri, che ottene oltre il 34% di consensi, mentre il candidato del centrosinistra Micari si fermò al 18%.

Quattro mesi dopo è ancora ballottaggio tra il centrodestra e i Cinque Stelle, come aveva preconizzato lo stesso candidato premier Luigi Di Maio in occasione del comizio conclusivo del suo tour elettorale a Palermo. Ma bisognerà vedere chi riuscirà a prevalere nei collegi uninominali, dove la battaglia sui gioca sul filo di lana. Seggi che alla fine potrebbero rivelarsi decisivi anche rispetto agli equilibri e alla creazione di una maggioranza in Parlamento.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker