Hi-Tech

Attacco DDoS record a GitHub: 1,35 Tb/s, ma danni praticamente nulli

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il 28 febbraio, mentre il Mobile World Congress di Barcellona si avviava verso la conclusione, GitHub subiva probabilmente il più grosso attacco DDoS di cui si ha conoscenza pubblica: ben 1,35 terabit al secondo. Nonostante l'imponenza dell'attacco, il sito è stato offline per appena una decina di minuti.

Il DDoS, o Distributed Denial of Service, è uno dei sistemi di attacco hacker più efficaci e diffusi per mandare offline un sito web. Semplificando moltissimo, consiste nell'inviare da più di fonti una quantità di traffico ben più alta di quella che il sito bersaglio può gestire. Questo genera crash nei server che, a lungo andare, finiscono per mandare offline il sito.

In genere gli hacker usano le cosiddette "botnet" – un insieme di computer o altri dispositivi connessi a Internet coordinate da remoto. Spesso i "bot" non attaccano volontariamente, ma agiscono a causa di malware installato all'insaputa dei proprietari. Questa volta, però, gli hacker hanno scelto un'altra strada, meno sfruttata, nota come Amplification Attack. Semplificando moltissimo anche qui, l'attaccante invia una richiesta a un server intermedio usando un indirizzo IP falso (quello della vittima), e il server intermedio invia una risposta molto più grande dell'originale (in questo caso 50 volte).


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Tiger Shop a 739 euro oppure da Amazon a 799 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker