Hi-Tech

Google e partner lavorano alla scansione dell'iride nativa in Android

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Android, nelle future versioni del sistema operativo, potrebbe supportare la scansione dell'iride come metodo di sicurezza alternativo al più classico riconoscimento dell'impronta digitale.

Alcuni commit presenti nell'Open Source Android (AOSP), provenienti da ingegneri informatici che lavorano per una azienda specializzata in tecnologie biometriche (Fingerpint Cards), rivelano proprio i codici parziali di questo nuovo strumento. Pur essendo sviluppati da terze parti e, quindi, non direttamente da Google, queste informazioni confermerebbero comunque un certo interesse da parte di big G verso l'implementazione di questa nuova funzionalità.

Ricordiamo che già Android 4.0 Ice Scream Sandwich supportava lo sblocco tramite riconoscimento facciale e che, nel corso degli anni, diversi produttori di device hanno lavorato su tecnologie simili ancora più avanzate; citiamo per esempio OnePlus sul suo 5T, Samsung sui recentissimi Galaxy S9 ed S9 Plus e, soprattutto, Apple sull'iPhone X con il suo avanzato Face ID.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Prokoo a 889 euro oppure da ePrice a 944 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker