Cronaca

Maggioranza battuta in Commissione, primo stop a una legge targata centrodestra

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CRONACA

Prime conseguenze delle defaiance nella maggioranza di centrodestra alla Regione siciliana. Maggioranza battuta sul filo di lana in commissione ffario Istituzionali proprio con ilv oto contrariod ell’ex assessore regionale ad aqciua e rifiuti dimessosi dall’incarico pur restando nella maggioraza ma votandole contro.

Vincenzo figuccia è stato l’ago della bilancia che ha permesso alle opposizioni di bloccare la norma che prevedeva la possibilità di un terzo mandato per i sindacti dei piccoli comuni al di sotto dei 3mila abitanti.

In commissione la norma è stata bocciata con 6 voti contro 5.  “Non mi ha mai convinto una norma che preveda il terzo mandato per i sindaci dei comuni sotto i tremila abitanti – dice Figuccia -. Oggi in I commissione Ars il mio voto contrario è stato determinante per bocciare tale disegno di legge (sei contro cinque). Credo che la materia vada regolamentata meglio e non con norme ad hoc in vista delle elezioni amministrative di primavera magari per garantire qualche piccolo feudo elettorale. Anche negli enti locali c’è bisogno di rinnovamento nelle Istituzioni. L’epoca dei sindaci per tutte le stagioni deve finire”.

Ne approfitta per attaccare il capogruppo del Pd all’Ars “La bocciatura in commissione del ddl sul terzo mandato ai sindaci dei piccoli Comuni fino a tremila abitanti sancisce la sfaldatura della coalizione che sostiene il governo Musumeci anche in commissione affari istituzionali” dice Giuseppe Lupo che prosegue “È grave che la maggioranza abbia respinto la richiesta del Pd, e di altri deputati che insieme a noi hanno votato contro, di sentire in commissione il parere dell’Anci – continua Lupo- in rappresentanza dei Comuni prima di procedere alla votazione testo”.

Per la maggioranza si tratta della prima sconfitta in una votazione,s ia pure in commissione. Intanto slitta alla prossima settimana la seduta dell’Ars, in programma questo pomeriggio, con le comunicazioni del presidente della Regione Nello Musumeci sull’emergenza rifiuti in Sicilia e su quella idrica a Palermo. A chiedere il rinvio è stato il governatore che nel pomeriggio, a conclusione della giunta, prenderà un aereo per Roma, dove domattina incontrerà il ministro per la Coesione, Claudio De Vincenti.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker