Sport

Calma Palermo, oggi non è il giorno del “giudizio universale”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

palermo foggia non è il giudizio universale

La percezione (spero di sbagliarmi) è quella del giorno del giudizio universale. Come se stasera, con Palermo – Foggia, si decidesse tutto. Niente di più sbagliato, oggi non si decide niente e anzi mi sembra di poter dire che il campionato comincia oggi. Con una vittoria il Palermo ritroverà il primo posto in classifica insieme a Frosinone ed Empoli che secondo la classifica – “spaccatasi” dopo l’ultimo turno – dovrebbero essere le uniche vere rivali del Palermo nella corsa alla promozione. Ma se non dovesse arrivare la vittoria il campionato continuerà, ci saranno altre 16 tappe in cui può succedere tutto. Caricare l’ambiente oltre ogni logica non è un bel modo di approcciare una partita che non sarà semplice perché il Foggia, con tutti i suoi limiti, è una delle squadre più forti in trasferta (sesta nella speciale classifica) e ha conquistato fuori casa 17 dei 28 punti complessivi.

PALERMO – FOGGIA, LE PROBABILI FORMAZIONI

Anche l’aspetto che riguarda le presenze allo stadio viene vissuto – erroneamente, a mio giudizio – come una sentenza definitiva su quanto sia grande l’amore dei tifosi verso la squadra. Anche in questo caso, stasera non si decide niente. Ci sarà certamente il record stagionale di presenze, favorito però dalla politica dei prezzi stracciati. Ormai il dibattito stucchevole tra le due fazioni di tifosi che da mesi si mandano reciprocamente a quel paese sembra finalmente arrivato vicino a una conclusione serena: chi vuole andare allo stadio vada, chi vuole restare resti, ognuno nel rispetto della decisione degli altri che nella maggior parte dei casi è dettata dal cuore. Eppure è rimasto ancora qualche “giapponese” dell’una o dell’altra fazione che pretenderebbe di fissare la quota sotto la quale la partecipazione sugli spalti sarà un flop.

PREVENDITA, SPRINT VERSO IL RECORD STAGIONALE

Discorsi che non appassionano anche perché mille o cinquemila persone in più non sono garanzia di maggiori punti in classifica. Ritrovare allo stadio un clima di serenità e di complicità tra squadra e tifosi (qualunque sia il loro numero) potrebbe essere un valore aggiunto e anche un segnale di forza ma il Palermo-squadra ha dimostrato di lottare per il primo posto anche nell’indifferenza dei più. Sarebbe ora di tornare alla normalità, una parola che a Palermo è sempre fuori moda. Esagerati sempre, nel bene e nel male, nell’amore o nella denigrazione delle proprie ricchezze (e una squadra di calcio lo è).

RONZULLI: “TIFOSI, FIDATEVI DI TEDINO”

Non vorrei essere nei panni di Tedino. Dopo la scoppola di Empoli sono arrivati tanti “consigli” su come impostare la squadra. Il meno gradito forse è stato proprio quello di Zamparini che avrebbe chiesto la presenza di Murawski nella formazione titolare. Cambiare modulo per fronteggiare l’emergenza (Struna squalificato, Rispoli in condizioni fisiche non brillanti)? Andare avanti con le certezze che hanno prodotto il primo posto dopo il girone di andata? Inserire Moreo? Dove mettere Coronado? E’ il momento di Rajkovic? Chi mandare in panchina? Domande alle quali Tedino risponderà un’ora prima della gara, decisioni che potrebbero di nuovo alimentare malumori (interni ed esterni) dimenticando a volte la cosa più semplice: al di là delle scelte, il calcio è materia abbastanza scontata, vinci se hai più voglia dell’avversario di sacrificarti e di correre, se insegui la palla quando non ce l’hai e dai alternative di gioco quando la palla è in tuo possesso: da Nestorovski all’ultimo dei difensori.

PALERMO – FOGGIA, COME VEDERLA IN TV

PALERMO – FOGGIA, I PRECEDENTI

L’articolo Calma Palermo, oggi non è il giorno del “giudizio universale” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker