Hi-Tech

YouTube non ha trovato prove di interferenze russe sul voto per la Brexit

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

YouTube ha annunciato di non aver trovato alcuna prova dell'interferenza delle autorità russe in UK, nel corso della campagna elettorale che ha preceduto il voto sulla Brexit nel 2016. Il Parlamento del Regno Unito aveva richiesto a Google di effettuare delle indagini al fine di appurare l'eventuale responsabilità che la Russia potrebbe aver avuto sull'esito del voto.

Il Parlamento non si è ritenuto soddisfatto dell'esito delle indagini e ha chiesto a Google di effettuare una nuova analisi, questa volta prendendo in esame ogni video di origine russa e non solo gli annunci pubblicitari, secondo quanto riportato dal The Guardian. Uno dei punti fermi dell'inchiesta riguarda la funzionalità di riproduzione automatica di YouTube, la quale mette in coda video ritenuti sensazionalistici e che ha portato, sempre secondo il The Guardian, al non rispetto della par condicio in diversi casi. Ad esempio, nel corso delle presidenziali USA, questo sistema ha fatto in modo che i video pro Trump fossero proposti sino a sei bvolte più frequentemente degli altri.

Juniper Downs, a capo della sezione globale Pubblic Policy di Youtube, ha affermato che il sito ha messo in moto una task force di oltre 10.000 revisori che esaminano i contenuti della piattaforma senza basare a spese. Secondo alcune stime, l'intero processo pesa per decine di milioni di dollari sul bilancio della società, rappresentando da solo lo 0,1% dei ricavi generati dalla pubblicità, pari a 10 miliardi di dollari.


Il massimo rapporto qualità/prezzo? Motorola Moto G5, compralo al miglior prezzo da Amazon a 139 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker