Hi-Tech

Apple potrebbe impedire l'utilizzo delle loro emoji in app di terze parti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple potrebbe voler impedire l'utilizzo del proprio set di emoji all'interno di app di terze parti, una ipotesi più che verosimile che sta creando non poca confusione tra gli sviluppatori, vista la totale assenza di una regolamentazione ufficiale.

Questo è quanto emerso in un report realizzato dal blog di Emojipedia, una analisi approfondita in cui sono presenti diverse testimonianze a riguardo. Apple detiene i copyright delle sue emoji introdotte nel 2011 assieme ad una tastiera dedicata ma, nonostante ciò, fino a poco tempo fa esse venivano utilizzate liberamente in molte app anche per dispositivi non Apple. Sembra, però, che l'Azienda stia gradualmente imponendo dei paletti e vietando l'implementazione delle loro faccine in precisi ambiti.

A conferma di ciò entrano in gioco anche WhatApp, che recentemente ha lanciato il proprio set di emoji universale per tutti i sistemi operativi, e Slack, un servizio di messaggistica aziendale, che ora utilizza faccine differenti per ciascun OS (Android, iOS o Windows).


Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 589 euro oppure da ePrice a 653 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker