Sport

Tedino: “Coronado anche prima punta. Serve migliorare ancora”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

tedino sturm und drang

“Siamo sulla strada della guarigione per Coronado e Jajalo (anche lui sarà tra i convocati): ovviamente non potranno giocare dall’inizio ma saranno con noi”. Inizia con una rassicurazione, la conferenza stampa, in programma per oggi, del mister rosanero Bruno Tedino.

L’infermeria si va svuotando: “Sarà un lungo viaggio a livello di sposatmenti e per questo ci siamo presi un giorno in più per la trasferta. Balogh avrà una settimana in più, il gruppo sta bene”.

La polemica Nazionali è già archiviata: “Nazionali? Voglio pensare solo all’Ascoli poi da lunedì ne riparliamo. In Serie B anche l’ultima può vincere con la prima e non sono condizionate solo le partite, ma anche i carichi di lavoro. Tutti vogliono giocare, ma la macchina corre se ha benzina. Dopo Parma e Frosinone, non abbiamo partite facili. Non faccio polemica, ma chi decide non ha pensato che sono più di 4 partite: ma è una posizione soggettiva e mi allineo a quanto detto dalla società”.

>>TEDINO, LUPO E I “PICCIOTTI POLACCHI” E QUELLA PROFEZIA…

Testa alla prossima partita, quindi: “L’Ascoli gioca con il 4-3-3 e può infastdirici: dobbiamo mantenere le nostre virtù e pensare ai nostri limiti. Mi ha colpito la loro manovra fluida: giocano bene; ma mi hanno colpito di più i 1200 tifosi andati in trasferta a Cesena. Un tifo che spinge con veemenza è importante. Non voglio paragonarmi ad altri allenatori: mi sento a capo di una struttura e quando toccano una cosa mia mi girano le balle. La città di Palermo è ostraggiata e noi dobbiamo dimostrare di essere un gruppo unito e compatto. Non vogliamo lasciare mezzi ricordi: dobbiamo farci portavoce di una città”.

Sulla formazione, spiega: “L’attacco? Non scambiatemi per uno scemo: nel calcio di oggi, ci credo molto, ci sono situazioni in cui sarebbe bello giocare senza punti di riferimento. Non esistono attaccanti che difendono e difensori che non attaccano. Per me anche Coronado può fare la prima punta, per esempio. Ci sono tanti che potrebbero giocare e chi si sta impegnando: ovviamente La Gumina sta lavorando bene e può essere titolare sabato”.

Serve un altro miglioramento e Coronado è fondamentale: “I 6 punti presi? Forse è arrivato il segnale che non c’era bisogno di mandare: tutte sanno già che eravamo forti, ma abbiamo fatto un salto di qualità sul fronte del gruppo, dobbiamo farne un altro sul fronte della manovra. Quando ce lo abbiamo Coronado salta l’uomo e ci da una grande mano, con altri giocatori siamo più lenti ma abbiamo scardinato ugualmente con pazienza le difese avversarie”.

GdS – PALERMO SCONFITTO IN LEGA… E IN CERCA DI UN VICE CORONADO

Palermo brutto e vincente? Questione di tempo: “Siamo sporchi, brutti e cattivi dobbiamo esserle sempre; ma dobbiamo essere più corti e veloci. Quando iniziano a mancarti i nazionali è un problema: sono giocatori di esperienza che portano un’altra cultura, perderne 4 assieme è davvero un problema. Certi meccanismi vanno oliati e alle volte non c’è tempo: anche l’altra volta Jajalo doveva giocare e poi si è fatto male.; i piani sono cambiati e abbiamo dovuto rivedere che partita giocare contro la Pro Vercelli”.

Cosa manca per giocare bene? “Per me giocare bene significa girare palla velocemente e avere un alto indice di pericolosità: la prima mezz’ora con l’Empoli ed il secondo tempo a Foggia si avvicinano alle nostre caratteristiche. Siamo stati veramente falcidiati per le nazionali, questa cosa poi si ripercuote anche dopo e quando la gestisci finisci per non lavorare più”.

LEGGI ANCHE:

GAZZETTA – LA GUMINA “CHIAMA” TEDINO”

CASO NAZIONALI, LA LEGA DICE NO AL PALERMO

DRAMMA LAFFERTY: “LE SCOMMESSE ERANO UNA DIPENDENZA”

L’articolo Tedino: “Coronado anche prima punta. Serve migliorare ancora” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker