Cronaca

Revocato l’obbligo di firma al sindaco di Bagheria Patrizio Cinque nonostante il no della procura

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CRONACA

Stop all’obbligo di firma nei confronti del sindaco di Bagheria Patrizio Cinque raggiunto dalla misura restrittiva della libertà la scorsa settimana nell’ambito di una inchiesta che riguarda tanto gli appalti e gli affidamenti per la raccolta dei rifiuti a Bagheria quanto l’abusivismo edilizio nella cittadina.

Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari  dopo aver ascoltato tutti gli indagati a iniziare proprio dal sindaco Cinque che aveva risposto ad ogni contestazione durante due ore di audizione.

La decisione è stata presa nonostante il parere contrario della Procura che chiedeva di confermare la misura restrittiva nei confronti del sindaco indagato per violazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio e falso ideologico, insieme ad altre 22 persone.

I legali del primo cittadino, nella loro richiesta, a<vevano precisato di ritenere che il loro assistito avesse chiarito la sua posizione nell’ambito dell’interrogatorio di garanzia.
Parere negativo anche per le richieste di revoca presentate dai legali degli altri indagati. Sotto inchiesta sono finiti anche il vicesindaco, dipendenti e funzionari comunali, imprenditori e un vigile urbano.
Il gip ha, però, deciso la revoca della misura nei confronti di Cinque
Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker