Cronaca

Notte dei Ricercatori, il centro storico di Palermo diventa un laboratorio a cielo aperto

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CRONACA

Venerdì 29 settembre la Notte dei Ricercatori trasformerà il centro storico di Palermo in un laboratorio a cielo aperto con decine di attività tra spettacoli, giochi, visite guidate e conferenze aperte a tutta la cittadinanza fino a tarda notte.

La manifestazione, che coinvolgerà oltre 100 ricercatori, si svolgerà in diversi luoghi:

– Museo di Zoologia “P. Doderlein” (Via Archirafi, 16)
– Orto Botanico (Via Lincoln, 2)
– Sala Lanza, Orto Botanico (Via Lincoln, 2)
– Nautoscopio, (Foro Italico)
– Casa Martorana (Ex Presidenza Facoltà di Architettura, Via Maqueda, 173-175)
– Caffè Internazionale (Via San Basilio, 37)
– Pontile Lega Navale Italiana (La Cala)
– Ecomuseo del Mare (Via Messina Marine, 27)

Per l’edizioni 2017, l’Università di Palermo parteciperà coordinando un gruppo formato da Istituto Biomedicina e Immunologia Molecolare (IBIM-CNR) Palermo, Istituto per lo Studio dei Materiali Nanostrutturati (ISMN-CNR) Palermo, Istituto di BioFisica (IBF-CNR) Palermo, Istituto Nazionale AstroFisica (INAF-Osservatorio Astronomico) Palermo, Istituto per le Tecnologie Didattiche (ITD-CNR) Palermo, Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia (INGV) Palermo, Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Palermo (INAF-IASF), Fondazione Ri.MED, ISMETT, Consorzio ARCA, le Associazioni PalermoScienza, Natura Vivente, Geode, AstridNatura, la Lega Navale Italiana Palermo Centro e l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRCampus).

La Notte dei Ricercatori SHARPER Sharing Researchers’ Passion for Engagement and Responsibility è si terrà venerdì 29 settembre simultaneamente in cinque città: Perugia, L’Aquila, Ancona e Palermo e a Cascina, la città che ospita l’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO).

SHARPER è un progetto europeo cofinanziato dalla Commissione Europea nel quadro delle Azioni Marie Skłodowska-Curie del programma Horizon 2020 – GA 722981 ed è uno dei sei progetti selezionati in Italia dalla Commissione. Si tratta di un progetto interregionale che coinvolge cinque città in cinque diverse regioni, coordinato da Psiquadro, che ha come partner l’Università degli Studi di Perugia, l’Università Politecnica delle Marche, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso – INFN, l’Università di Palermo, il Consorzio EGO e Observa Scienza e Società.
L’iniziativa si svolge con la collaborazione e il supporto di istituzioni nazionali e locali convinte dell’importanza che la ricerca può avere per lo sviluppo territoriale e per la crescita dell’intero Paese.

Inoltre, in questa edizione è prevista una sessione “Open Lab – Aspettando la Notte” con visite presso il Museo dei Motori e dei Meccanismi, Viale delle Scienze, Edificio 8; la Sala Mostre Anna Maria Fundarò, Viale delle Scienze, Edificio 14; e i dipartimenti chimici in Viale delle Scienze, Edificio 17.

Info e programma completo http://www.unipa.it/Notte-Europea-dei-Ricercatori/

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker