Cronaca

Trentacinque anni fa l’omicidio del generale dalla Chiesa, il giorno della memoria con Mattarella, Minniti e Grasso

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CRONACA

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è giunto in via Isidoro Carini a Palermo per la commemorazione dell’uccisione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, assassinato 35 anni fa (3 settembre 1982) dalla mafia insieme alla moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente di polizia Domenico Russo.

Il capo dello Stato ha deposto una corona di alloro sotto la lapide che ricorda l’eccidio. In via Isidoro Carini ci sono anche i figli del prefetto, Nando, Rita e Simona Dalla Chiesa, il ministro dell’interno Marco Minniti, il presidente del Senato Piero Grasso, il comandante generale dell’ Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, il questore Renato Cortese, il sindaco Leoluca Orlando e il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, il presidente dell’assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone.

La strage fece scalpore in quei giorni. Il giorno seguente al delitto suòl luogo del triplice omicidio comparve una scritta di un anonimo palermitano. “Qui è morta la speranza dei palermitani onesti” diceva quel cartello a significare quanta fiducia fosse stata riposta in Dalla Chiesa dalla città che voleva riscattarsi.

Tante le manifestazioni nella giornata di oggi. Al Cassaro si tiene la festa dell’onestà; anche la città di Bagheria ricorda Dalla Chiesa in una cava sottratta alla mafia ma al centrod i tutto, naturalmente, le manifestazioni organizzate dalla Prefettura alla guida della quale si trovava il generale quando venne assassinato.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker