Hi-Tech

Mezzo milione di pacemaker a rischio hackeraggio. La nonna va aggiornata

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sembra quasi una notizia surreale, uno scherzo di pessimo gusto ma invece e tutto vero. Ben mezzo milione di pacemaker hanno ricevuto un richiamo dall'agenzia americana Food and Drug Administration dopo che è stata scoperta una vulnerabilità del firmware che potrebbe essere hackerato e, quindi, compromettere seriamente la salute delle persone in cui è stato impiantato.

I dispositivi interessati sono abilitati alla trasmissione in radiofrequenza e fabbricati tutti prima del 28 agosto da una azienda chiamata ST. Jude Medial. Fortunatamente è stato già rilasciato un aggiornamento che sistemerà questo rischioso bug che avrebbe consentito ad individui malintenzionati di modificare la programmazione di questi apparecchi, ricordiamo, vitali per gli individui con gravi problematiche al cuore.

L'update scongiurerà ulteriori interventi chirurgici sui pazienti che, però, dovranno recarsi presso uno dei centri specializzati per ricevere il nuovo firmware sicuro. La procedura durerà appena 3 minuti durante i quali i pacemaker verranno messi in modalità backup (67 battiti al minuto), mantenendo inalterate le funzionalità di base.


Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge, in offerta oggi da Tiger Shop a 357 euro oppure da Amazon a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker